Sportello Salute. C’è una circolare per valutare
i ‘lavoratori fragili’

Sportello Salute. C’è una circolare per valutare </br>i ‘lavoratori fragili’

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Ministero della Salute hanno diramato la circolare n. 13 del 4 settembre 2020 (SCARICA E LEGGI), recante indicazioni operative relative all’attività del medico competente nel contesto delle misure finalizzate a contrastare e contenere la diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di
lavoro e nella collettività.
La circolare ricorda che il medico competente supporta il datore di lavoro nell’attuazione delle misure di prevenzione e protezione già richiamate nel Protocollo del 24 aprile 2020 e che, nell’attuale fase, continui a rilevarsi fondamentale la sorveglianza sanitaria, soprattutto nelle situazioni di fragilità. I dati epidemiologici, infatti, mostrano una maggiore fragilità nelle fasce di età più elevate della popolazione e che, in presenza di alcune patologie cronico degenerative (cardiovascolari, respiratorie, etc), l’infezione da SARS-CoV-2 può influenzarne la gravità e l’esito.
Il “concetto di fragilità” va, pertanto, individuato nello stato di salute del lavoratore rispetto alle patologie preesistenti, dal momento che il fattore età, da solo, non costituisce elemento sufficiente per definire lo stato di fragilità nelle fasce d’età lavorative. Su tali premesse, ai lavoratori deve essere assicurata la possibilità di richiedere al datore di lavoro di adeguare le misure di sorveglianza sanitaria in presenza di patologie pregresse, ivi inclusa la possibilità di richiedere visite mediche per accertare lo stato di fragilità. Al fine di accertare tale stato, il datore di lavoro fornirà al medico incaricato di emettere il giudizio una descrizione dettagliata della mansione svolta dal lavoratore. Il giudizio, di natura medico-legale, sarà espresso dal medico incaricato fornendo al contempo indicazioni per l’adozione di soluzioni cautelative per la salute del lavoratore per fronteggiare il rischio da SARS-CoV-2. Per quel che concerne le visite mediche, è opportuno che queste si svolgano in una infermeria aziendale o ambiente idoneo, di metratura tale da consentire il necessario distanziamento tra il medico e il lavoratore soggetto a visita, con sufficiente ricambio d’aria e che permetta idonea igiene delle mani.
Da valutare con cautela l’esecuzione di esami strumentali, quali le spirometrie, che potrebbero esporre a contagio da SARS-CoV-2, qualora non si eseguano in idonei ambienti e con adeguati dispositivi di protezione.


Il Direttore Scientifico e Responsabile dello Sportello Salute
Antonio Salvatore


*per contatti scrivere a: sportellosalute@ancicampania.it


 

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

ottobre: 2020
L M M G V S D
« Set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031