Servizi sociali, cresce la spesa dei Comuni. Ma al Sud si spende solo il 10%

Servizi sociali, cresce la spesa dei Comuni. Ma al Sud si spende solo il 10%

Continua a crescere la spesa dei Comuni per i servizi sociali, con una crescita del 2% e una spesa che si attesta intorno ai 7 miliardi e 56 milioni di euro, pari allo 0,4% del Pil nazionale, tornando a sfiorare i livelli precedenti alla crisi economica.
La principale fonte di finanziamento permane quella proveniente da risorse proprie dei Comuni e dalle varie forme associative fra Comuni limitrofi (61,8%), seguita dai fondi regionali per le politiche sociali (17,8%) e da fondi statali – si segnala una progressiva flessione del  fondo indistinto per le politiche sociali (dal 13% del 2006 al 9% nel 2016) o dell’Unione europea.
Si è passati da una spesa media per residente  pari a 114 euro nel 2015 a 116 euro per il 2016 mentre permangono forti disparità a livello territoriale con i due estremi rappresentati dai 22 euro della Calabria ai 517 della Provincia Autonoma di Bolzano.
Al Sud, in cui risiede il 23% della popolazione, si spende solo il 10% delle risorse destinate ai servizi socio-assistenziali.
Per quanto riguarda infine la ripartizione della spesa tra le tipologie di beneficiari degli  interventi e servizi che compongono la rete territoriale sono raddoppiate le risorse destinate ai disabili (da 1.478 euro annui pro-capite nel 2003 si passa a 2.854 nel 2016) mentre diminuisce, sia in valore assoluto che come quota sul totale della spesa sociale dei Comuni, la spesa dedicata ai servizi per gli anziani. In crescita la spesa per i minori e le famiglie con figli.
LEGGI IL REPORT 

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930