Rogo di Pascarola, la rabbia di Tuccillo: ora si passi dalle parole ai fatti

Rogo di Pascarola, la rabbia di Tuccillo: ora si passi dalle parole ai fatti

ROGO DI PASCAROLA, TUCCILLO (ANCI CAMPANIA): BASTA CON QUESTO DRAMMA, SUBITO I CONTROLLI SUGLI IMPIANTI PUBBLICI E PRIVATI. GOVERNO E REGIONE PASSINO DALLE PAROLE AI FATTI

“Nuovo incendio nella Terra dei fuochi, un’altra ferita inferta alle comunità che vivono in un’area in cui sono sempre più carenti la sicurezza e i controlli sulle attività produttive. Occorre in primo luogo garantire gli strumenti di vigilanza su questi impianti di trattamento dei rifiuti, pubblici o privati che siano. Non sappiamo ancora come sia avvenuto questo ennesimo rogo e mi auguro che, in breve tempo, la magistratura riesca a fare piena luce sulle responsabilità e su eventuali azioni dolose. Resta il fatto che occorre trovare subito una soluzione definitiva a questo dramma che vivono le popolazioni”. A dirlo è il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo attraverso una nota inviata ai giornali, alle televisioni e alle agenzie.

“Non è sufficiente  – aggiunge Tuccillo – che il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, di cui conosciamo la competenza e l’impegno, e la Regione Campania promettano interventi che poi tardano ad arrivare. Bisogna passare subito dalle parole ai fatti.

Per quel che ci riguarda, nella Cabina di Regia, grazie alla iniziativa assunta dall’Incaricato di Governo, Gerlando Iorio e dall’Anci Campania, è stato approvato uno schema di delibera per applicare il Daspo anche in materia ambientale. Invito ora i sindaci a portala all’interno dei propri Consigli comunali e ad approvarla con rapidità”.

“E’ tempo di mostrare la volontà di opporre un contrasto sempre più efficace alla tragedia dei roghi – conclude Tuccillo -. Si apra un confronto e una verifica ogni sei mesi con Governo e Regione: l’impegno su Terra dei Fuochi deve essere trasparente e immediato, il tempo dell’attesa è finito”.

 

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930