Def 2019, le proposte di Anci alle Commissioni congiunte Bilancio

Def 2019, le proposte di Anci alle Commissioni congiunte Bilancio

Il 15 aprile 2019, l’Anci è stata sentita dalle Commissioni congiunte Bilancio. Nel corso dell’audizione, Anci ha ricordato che  il sistema dei Comuni ha sopportato e attivamente promosso un percorso di convergenza verso una gestione delle proprie risorse coerente con gli obiettivi
di finanza pubblica, sia in termini di dimensione che di composizione interna. Il cd “Bando periferie”, attivato tra il 2017 e il 2018, consente l’impiego di ingenti risorse pubbliche e private (quasi 3 mld. di euro su scala pluriennale) nella riqualificazione urbana, un campo di particolare rilievo per l’intero Paese. Dopo il blocco intervenuto nel corso del 2018, la legge di bilancio ha recepito gran parte dei contenuti
dell’accordo di Conferenza unificata del 18 ottobre 2018, con cui è stata ripristinata l’efficacia delle convenzioni relative alla seconda tranche del programma. È ora necessario accompagnare la ripristinata copertura degli investimenti con la necessaria flessibilità nell’accoglimento delle riprogrammazioni richieste dagli enti beneficiari, anche in considerazione del tempo trascorso dall’approvazione degli interventi.
Anci ha poi molto insistito sulla perequazione.
Il sistema, tutto centrato sulla redistribuzione di risorse all’interno del comparto comunale senza più alcun contributo dello Stato, si discosta
radicalmente dall’impianto costituzionale e dalla legge n. 42 del 2009 (Attuazione del federalismo municipale), ma non garantisce che siano ovunque assicurati i servizi minimi tutelati costituzionalmente, non essendo determinati né finanziati i cosiddetti Livelli essenziali delle prestazioni (LEP). La prosecuzione del percorso perequativo è strettamente legata, ad avviso dell’ANCI, all’attuazione di questa grave mancanza della nostra legislazione, che deve vedere una congrua inserzione di risorse statali.
La sintesi finale è la seguente. Il DEF 2019 non sembra riflettere la complessità delle problematiche nelle quali gli enti locali versano, limitandosi ad evidenze ed impegni relativi al solo versante degli investimenti. È auspicabile che nel tempo che ci separa dalla formulazione
della manovre per il 2020-22 ci sia un adeguato spazio di confronto politico e tecnico che permetta di delineare soluzioni ed interventi su problematiche di primario rilievo: dalla riduzione del peso del debito, alla riformulazione della perequazione.
LEGGI TUTTO IL DOCUMENTO ANCI

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

ottobre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031