Contratto tra Regione e CDP: 156 milioni per 23 edifici scolastici. Ecco dove

Contratto tra Regione e CDP: 156 milioni per 23 edifici scolastici. Ecco dove

Prestito della Cassa Depositi e Prestiti e 156 milioni di euro sono destinati alla ristrutturazione delle scuole.  CDP ha stipulato con la Regione Campania un contratto per la concessione di un prestito, con oneri a carico del bilancio dello Stato, di 156,40 milioni di euro per il finanziamento di interventi relativi alla costruzione, ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà degli enti locali adibiti all’istruzione scolastica.
L’accordo prevede il finanziamento di interventi su 23 edifici scolastici che si trovano nelle province di Napoli, Salerno, Avellino, Benevento e Caserta. In particolare, a Napoli e provincia sono 2, a Salerno e provincia 7; ad Avellino e provincia sono 4, 1 a Caserta e provincia e a Benevento e provincia sono ben 9. Il finanziamento rientra nell’ambito del programma di edilizia scolastica 2018-2020 e a seguito della stipula di un protocollo di intesa con il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Mef e la Bei.

NESSUN IMPATTO SUL PATTO DI STABILITA’ DEI COMUNI – I soldi sono frutto di una provvista della Banca europea per gli investimenti e della Banca di Sviluppo del consiglio d’Europa, organismi che hanno stipulato con il ministero per l’Università e l’Istruzione e con il ministero dell’Economia e delle Finanze un protocollo che prevede anche ulteriori prestiti ad altre 18 regioni italiane. Sempre avvalendosi delle provviste economiche di istituzioni finanziarie internazionali, ed in collaborazione con i ministeri interessati, Cassa Depositi e Prestiti si è già impegnata sul fronte dell’edilizia scolastica stipulando prestiti, dal 2015 ad oggi, di circa un miliardo e 200 milioni di euro.
Tutte le risorse economiche vengono erogate a Comuni, Province e Città Metropolitane passando per i mutui della Regione e per le graduatorie che stabiliscono le priorità negli interventi. «Gli oneri di ammortamento – si legge in un comunicato ufficiale – saranno a carico dello Stato e, grazie a specifiche modalità di erogazione, i beneficiari finali potranno utilizzare le risorse senza impatto sul proprio patto di stabilità interno».

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

maggio: 2020
L M M G V S D
« Apr    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031