Bando Periferie, ecco l’accordo Anci-Governo. Tuccillo: vigileremo

Bando Periferie, ecco l’accordo Anci-Governo. Tuccillo: vigileremo

Il 18 ottobre è stato raggiunto l’accordo tra governo e Comuni sulle risorse per il bando periferie. L’intesa ratificata in sede di Conferenza Unificata che mette in sicurezza il miliardo e 600 milioni e disposizioni dei Comuni per i progetti di riqualificazione delle periferie.  Per Anci  Campania è stata “una notizia positiva” il fatto che “il Governo abbia annunciato il ripristino dei fondi per le periferie, inopinatamente cancellati col decreto Milleproroghe un mese e mezzo fa.  “Ma vigileremo”, ha annunciato il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo.
Con “l’accordo che sarà recepito nella legge di bilancio – ha continuato Tuccillo – abbiamo vinto una battaglia che non era una battaglia dei sindaci, ma dei diritti dei cittadini che vivono nelle periferie, abbiamo convinto il governo a tornare indietro, a mettere a disposizione le risorse e cosi’ non si interrompono i lavori e i progetti”.
Di seguito i “passaggi” più significativi relativi all’accordo, in fondo il testo definitivo.
1. Le risorse finanziarie derivanti dalle eventuali economie di gestione o comunque realizzate in fase di appalto, o in corso d’opera, nonché gli eventuali ulteriori residui relativi ai finanziamenti assegnati per la realizzazione dei progetti inseriti nel Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle Città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia di cui all’articolo 1, commi da 974 a 978, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, sono revocate e rimangono acquisite al fondo a tale scopo istituito nel bilancio autonomo della presidenza del Consiglio dei Ministri o, se finanziate ai sensi dell’articolo 1, commi 140 e 141, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, e successive modificazioni, al Fondo sviluppo e coesione, per essere destinate, nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica, al finanziamento di spese di investimento dei Comuni e delle Città metropolitane.
2. Le convenzioni stipulate nell’ambito del Programma di cui al comma 1 e concluse sulla base di quanto disposto ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 maggio 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 2017, nonché delle delibere del CIPE n. 2 del 3 marzo 2017 e n. 72 del 7 agosto 2017, adottate ai sensi dell’articolo 1, comma 141, della citata legge n. 232 del 2016, producono effetti nel corso dell’anno 2019 ai sensi del comma 4, con riguardo al rimborso delle spese sostenute e certificate dagli enti beneficiari in base al cronoprogramma.
3. Al rimborso delle spese di cui al comma 2, si provvede mediante utilizzo dei residui iscritti sul Fondo di sviluppo e coesione per le medesime finalità di cui al programma straordinario di cui al comma 1.
4. Entro un mese dalla data di entrata in vigore della presente legge la Presidenza del Consiglio dei ministri e gli enti beneficiari provvedono all’adeguamento delle convenzioni già sottoscritte alle disposizioni di cui al comma 1.

ECCO IL TESTO DEFINITIVO DELL’ACCORDO SULLE PERIFERIE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930