Anci Campania partecipa al progetto dell’Archivio e Biblioteca Digitale

Anci Campania partecipa al progetto dell’Archivio e Biblioteca Digitale

Il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo, e il componente dell’Esecutivo regionale, Domenico D’Auria, hanno partecipato venerdì 6 aprile nella sala Giunta regionale in via santa Lucia, a un incontro-concertazione volto alla costituzione dell’Archivio e Biblioteca Digitale regionale ex DGR n. 67 del 13.02.2018.
Occasione importante durante la quale l’Anci Campania – insieme alle Associazioni rappresentative e alcuni stakeholders del settore archivistico e bibliotecario -, ha implementato la strategia della Regione Campania per la creazione di nuovi strumenti diretti all’approccio della conoscenza soprattutto per le nuove generazioni.
Le risorse finanziarie a disposizione in questa prima fase sono di 8 milioni di euro disponibili dai finanziamenti FESR 2014-2020 – Asse II – Agenda digitale Obiettivo Specifico 2.2. Il soggetto attuatore è la Regione Campania attraverso SCABEC s.p.a.
I destinatari sono Enti Pubblici ed enti privati senza scopo di lucro, detentori di archivi e biblioteche siti sul territorio della regione Campania, enti religiosi appartenenti a Confessioni che abbiano stipulato Intese con lo Stato italiano.

Per aderire occorre una manifestazione di interesse attraverso cui gli enti candidano parti del proprio patrimonio documentale e bibliografico ritenuto di maggior pregio.
I soggetti selezionati quali partner del progetto dovranno: essere proprietari di raccolte significative  di volumi e documenti storici di particolare rilevanza e pregio; garantire la disponibilità degli spazi per la realizzazione degli interventi, consentire sopralluoghi preventivi; garantire il supporto di personale per la selezione e la movimentazione del materiale; designare un referente del progetto; collaborare con il soggetto attuatore ai fini del rilascio delle autorizzazioni previste dalle norme vigenti (in particolare dagli articoli 21 e 29 del “Codice dei beni culturali e del paesaggio”, alla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Regione Campania competente in materia di tutela dei beni librari ed archivistici).
Le tipologie ammesse sono:  Codici miniati, pergamene e sigilli, incunaboli, raccolte di manoscritti, carteggi, miscellanee di particolare pregio, testi a stampa dal XVI secolo fino al 1860, serie archivistiche omogenee di particolare interesse storico (p. es Statuti degli Enti, Regolamenti, Deliberazioni), raccolte cartografiche organiche, archivi fotografici organici, periodici in forma seriale fino al 1918.L’obiettivo finale è quello di creare un «Ecostema Digitale della Cultura». In attesa della pubblicazione dell’avviso per la manifestazione di interessi (entro fine mese), i Comuni, i soggetti pubblici e privati possono anche far pervenire osservazioni e proposte ai fini di eventuali valutazioni tecnico-amministrative al seguente recapito e-mail: biarc.digitale@regione.campania.it.
Gli Enti avranno 30 giorni per dichiarare la propria disponibilità e compilare i formulari con le informazioni richieste. La valutazione delle proposte si concluderà presumibilmente entro i successivi 30 giorni. L’avvio delle operazioni sul campo è ipotizzabile per il mese di settembre 2018.

LEGGI IL PROGETTO DI ARCHIVIO E BIBLIOTECA NEL DETTAGLIO

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

dd

marzo: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031