Informazioni Evento

  • gio
    21
    Giu
    2018

    Lectio magistralis Giuseppe De Rita

    11,00Piccolo Auditorium Aldo Moro in via di Campo Marzio 24.- Roma

    "Evoluzione delle comunità e dei territori: il motore dello sviluppo italiano" è questo il Titolo della Lectio magistralis.

    La crisi economico-finanziaria ci ha lasciato in eredità un accentramento delle politiche pubbliche con una riduzione delle risorse e dell'autonomia del livello di governo locale. Ora, non solo si riconosce agli investimenti il ruolo di perno della ripresa economica, ma si riscopre, in parallelo, la necessità di ancorare alle dinamiche territoriali l'attivazione di risorse destinate allo sviluppo.

    I Comuni non sono più percepiti, in base a una bruta semplificazione dialettica, come centri di spesa da mettere sotto controllo. Governo e Parlamento possono restituire fiducia all'impegno di sindaci e amministratori locali.

    Gli investimenti, per avere un impatto efficace e rapido, in prevalenza devono essere locali. Il dinamismo dei territori, ovvero di un'Italia che vede le diverse reti di comunità farsi interpreti, al tempo stesso, dell'innovazione e della coesione. Sono processi da sempre oggetto di analisi e approfondimento da parte del Censis.

    Le relazioni annuali di questo prestigioso Centro studi, elaborate in cinquanta anni e raccolte adesso in volume, sono una testimonianza "in diretta" delle trasformazioni del Paese. Al fondatore del Censis, Giuseppe De Rita, è stato chiesto pertanto non solo di rileggere i passaggi più significativi e stimolanti di questa crescita dal basso del sistema Italia, ma di delineare attraverso lo strumento della Lectio magistralis lo scenario di futuri rapporti tra istituzioni, nuova economia e comunità locali.
    Saranno presenti: Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno, della fondazione Ifel Anci, Filippo La Porta, collaboratore di Anci Rivista.